L’orizzonte degli eventi

 

Fandango: Produzione - Sales

Una produzione: FANDANGO in collaborazione con MEDUSA FILM

Genere: Drammatico

Durata: 115 min

Paese: Italia

REGIA Daniele Vicari

CAST Valerio Mastandrea, Gwenaëlle Simon, Lulzim Zeqja, Giorgio Colangeli, Francesca Inaudi


Max, trentacinque anni, è un fisico nucleare, non ha seguito le orme della famiglia, non ha fatto l’avvocato, non ha voluto occuparsi di cantieri e tangenti e non vuole sentirne parlare neanche adesso che il padre è morto. Lavora ad un importante esperimento chiamato Helios nel laboratorio di Fisica situato dentro il Gran Sasso, viene nominato responsabile dell’esperimento. Questa per Max è l’occasione della vita, la prova fondamentale, ma la competizione al livello internazionale è spietata. Con lui nel progetto c’è Anais, una fisica francese con la quale Max ha una relazione sentimentale. Anais è innamorata, ma lucida e critica nei suoi confronti al punto da non esitare a metterlo con le spalle al muro quando si accorge che lui ha modificato i risultati dell’esperimento. Max perde tutto, la sua reazione è violenta e drammatica e improvvisamente si ritrova catapultato sulla superficie della montagna dove la natura è ancora dura e aspra e i pochi esseri umani che la popolano conducono un’esistenza muta e dura come le pietre. L’incontro con Bajram, un giovane pastore albanese, lo costringe finalmente ad un confronto con se stesso. ORIZZONTE DEGLI EVENTI L’ orizzonte degli eventi è la superficie a “senso unico” di un buco nero; dopo averla oltrepassata, le leggi della gravità stabiliscono che è impossibile tornare indietro, impossibile sfuggire alla potente morsa gravitazionale del buco nero. Il buco nero è un corpo il cui enorme campo gravitazionale cattura tutto ciò , anche la luce, che gli giunga abbastanza vicino (che superi, cioè l’orizzonte degli eventi del buco nero).