in vendita in tutte le librerie

STORIE IN MODO QUASI CLASSICO

HAROLD BRODKEY
“I suoi racconti si pongono ai vertici della narrativa americana.”
Alessandro Piperno, Corriere della Sera

Sinossi

HAROLD BRODKEY  
STORIE IN MODO QUASI CLASSICO

          
“Brodkey ci svela con una capacità rara lo splendore nascosto
 nelle mediocrità della nostra povera umana maestosità.”
New York Times Book Review

“Harold Brodkey è il genio.”
New York Magazine

“Harold Brodkey è il Marcel Proust degli Stati Uniti d’America.”
Washington Post

Storie in modo quasi classico resta il testamento letterario di uno degli scrittori più ammirati e discussi della letteratura contemporanea

Dopo la prova di Primo amore e altri affanni, la grande promessa della narrativa contemporanea aveva iniziato a scrivere storie più sofisticate e complesse, esplorando a un livello profondissimo l’intimità della coscienza. La forma era talmente chirurgica e sottile da sembrare ai critici più in vista al limite dell’autoconfessione. Quelle contenute in Storie in modo quasi classico sono vere e proprie rivelazioni: si esauriscono nel tempo di formazione dei loro personaggi, tutti colti in quel preciso passaggio tra infanzia e adolescenza. Bambini che vivono folgorazioni epifaniche, ragazzini che perdono l’innocenza, piccoli uomini che scoprono l’estasi del piacere, eroi che crescono, cambiano, diventano grandi e ricordano.



Note


Harold Brodkey è nato nel 1930 nell’Illinois. È vissuto a New York dove è morto nel 1996. È considerato uno dei maggiori scrittori americani del secolo scorso. In Italia sono apparsi con vari editori tra il 1962 e il 1993 Primo amore e altri affanni (1958), Storie in un modo quasi classico (1988), Amicizie profane (1994), Storia del mio buio feroce (1996). Nel 1991 ha pubblicato il romanzo a cui aveva lavorato per più di 30 anni, The Runaway Soul che Fandango tradurrà e pubblicherà per la prima volta in Italia.